mercoledì 1 ottobre 2014

AOSPA - Paranoid Android (Nexus e Legacy)


Come chi mi segue saprà, sono un fan accanito della SlimKAT, della quale ve ne ho parlato in questo articolo, ma a causa della recente sonnolenza dello Slimteam ho deciso di ripiegare verso quella che è la mia ROM preferita dopo, appunto, la SlimKAT.
Oggi ve la presento.

Sebbene non abbia bisogno di presentazioni, la AOSPA non è la custom ROM più conosciuta poiché è scavalcata dalla CyanogenMod e, probabilmente, dalla MIUI.

È compilata direttamente dai sorgenti AOSP (source.android.com) ed ovviamente è ripensata dal team Paranoid per essere plasmata a seconda di come l'utente preferisce, mantenendo una linea minimale e per nulla invasiva rispetto al codice sorgente originario.

Piccola digressione

Il team Paranoid si suddivide in due falangi: 
- uno, il team core che è il cuore pulsante della ROM ed è quello dedicato ai device della serie Nexus, con in aggiunta il Oneplus One e gli Oppo;
- l'altro è il team legacy, che altro non è che una serie di manteiner del codice AOSPA per i diversi dispositivi che fanno parte, appunto, della serie legacy (o non-Nexus).

Le release sono differenti in termini di cadenze: solitamente la serie legacy ottiene la propria build con 2-3 giorni di ritardo rispetto alla serie Nexus, proprio perché è il Nexus team a pensare e a scrivere le feature, mentre il legacy team altro non fa che adattarle ai device in proprio possesso.


Alcune feature

Hybrid Engine: per-app color, per-app DPI, per-app layout.
Pie Control: la navbar Nexus adattata a torta richiamabile con una gesture.
Halo: il sistema di notifica floating che evita di utilizzare la navigazione classica.
Hover: l'evoluzione di Halo, un sistema di notifica elegante e funzionale.
Peek: un sistema di notifiche a schermo spento che richiama le feature del Moto X 2013.
Dynamic System Bars: un engine di colorazione della status bar e della navbar in base al colore dell'action bar dell'app aperta.

Google Apps

Il team Paranoid ha sviluppato un sistema di Gapps in modo da renderle più user friendly in base al numero di esse contenute nel pacchetto flashabile.
Abbiamo il pacchetto completo, quello modulare, quello mini e quello micro.

Le trovate tutte a questo indirizzo.

Installazione

L'installazione della Paranoid segue le solite linee guida:

Da recovery
- wipe data
- wipe cache
- wipe dalvik cache
- wipe system
- flash della build che trovate qui (per i Nexus user) o qui (per i Legacy user)
- flash delle gapps che trovate qui
- reboot

Alcuni link utili

Blog Paranoid Android

Bugreports

Github

Gerrit

AOSPA community

AOSPA Legacy community

Se avete qualche dubbio, non esitate a contattare il team nelle community G+ o, se preferite, potete scrivere nei commenti qui sotto e per quel che so, potrò rispondervi io stesso.

Alla prossima con un altro appuntamento con una custom ROM!