domenica 28 settembre 2014

iPhone 6 Bendable edition



Beh sì, adesso è abbastanza semplice fare ironia, ma con un prezzo di mercato così esagerato, è anche il risvolto della medaglia ben aspettato da Apple.

Evento in diretta in esclusivissima tra i soli utenti Apple, code lunghe centinaia di metri sin dalle prime luci dell'alba, fan sfegatati che aspettano trepidanti l'uscita da mesi ed eccolo qui, il "nuovo" iPhone 6 col nuovo iOS 8 che apporta numerose novità, tra le quali, appunto, la possibilità di settare la modalità cinema.



"Eddai, basta con ste prese per i fondelli!"

Va bene dai, anche se il senso di questo post è poco meno che nullo.
Tornando seri: purtroppo il nuovo iPhone ha dimostrato una feature per niente desiderata. Sembra infatti che applicando un po' di pressione al centro del dispositivo, questo si pieghi, distruggendosi. Il mondo Android & co. (me compreso) ha approfittato della mossa falsa per fare facile ironia, ma la vicenda è molto più tragica che ironia. 
Infatti stiamo parlando di un dispositivo vantato per essere il top del top, costruito con materiali di prima qualità e venduto ad un prezzo che equivale quello di uno stipendio di un operaio in fabbrica (o al doppio di un universitario precario).
Non dimenticherò mai la faccia che ho fatto quando ho sentito il prezzo del taglio massimo dell'iPhone 6 plus, 1059 euro. 


Dannazione, inizialmente ho pensato 

"ma si dai, la solita carognata made in Apple che tende ad essere esclusivista"

Poi ho rivalutato la cosa 

"vuoi che il prezzo sia soltanto giustificato da 128GB di memoria ed uno schermo da 5.5"? Ci sarà qualcos'altro."

Giuro che non ho fatto in tempo a pensarlo che, sbam:


Va ben dai, Apple è corsa ai ripari dicendo che soli alcuni esemplari erano affetti da questo "bug" hardware.
Eh no! Mi spiace calcare la mano, ma che diamine stiamo parlando di 1059 euro e pagando 1059 euro per un telefono, mi aspetto che sia ampiamente testato, stresstestato e picchiato se necessario, ma il consumatore finale (per quanto fesso, ai miei occhi, possa essere per sperperare uno stipendio per un telefono) deve avere un prodotto fedele ed affidabile.
Ed è per questo che ho condannato duramente anche la start-up cinese nata da una costola di Oppo. Si, sto parlando di Oneplus, che, dopo una campagna pubblicitaria (geniale a dire il vero) che sapeva di propaganda politica, ha fallito clamorosamente, prima col sistema ad inviti e poi con il bug hardware del display. Certo, parliamo anche di un dispositivo che costa mezzo migliaio di euro in meno rispetto all'iPhone 6, però il boato che ha fatto nel mondo tech doveva essere giustificato maggiormente a mio avviso.

Il senso di questo post? Continuo a non trovarlo, volevo esprimere queste due righe di pensiero, sottolineando che gli errori non vengono solo dal mondo Apple, ma anche dal mondo tech a me più caro, quello di Android.

Sentitevi liberi di dire la vostra, sono sempre aperto a commenti e critiche.

Se l'articolo vi ha dato fastidio, compilate il format che trovate a questo indirizzo.