sabato 2 agosto 2014

E se...?

Prendete questo post con le pinze, non tratterò rumors, leaks o, peggio, certezze, sono solo fandonie dettate dalla mia fantasia che, spero, possano avere un fondamento di realtà.

Siamo partiti col piede giusto, ossia che tutto ciò che sto per scrivere è solo mera immaginazione, quindi possiamo proseguire senza che venga linciato, come è accaduto per quest'altro post (dove venivo criticato perché preferivo un device non ancora uscito ad un Oneplus One, beh).

HTC è messa male. Lo so io, lo sapete voi, lo sanno tutti. Sì, anche Samsung è in difficoltà, ma ormai è da inizio gennaio che la casa taiwanese arranca perdendo, in quest'ultimo trimestre, lo 0.3% del mercato tra i vari OEM a livello mondiale. Motorola, grande protagonista del biennio 2013-2014 ha scavalcato HTC e LG, grazie anche alla collaborazione con Google (la quale ha prodotto il Nexus 4 ed il Nexus 5), resta solida al 3 posto, dopo Apple e Samsung (comunque in crescita dello 0.8%, sebbene il nuovo top di gamma fatica a vendere).

Dunque è evidente, HTC non sta benissimo e, sebbene offra un hardware di tutto rispetto ed un software per molti versi migliore rispetto a molti altri (Blinkfeed, ad esempio, lo trovo eccezionale rispetto a Magazine di Samsung), non regge il confronto.
Sempre dalla stessa fonte che ho linkato poco sopra, notiamo anche la ripartizione della torta tra i vari sistemi operativi mobili: Android è in testa, seguita da una dozzina di punti percentuali da Apple e, lontana anni luce, resta lì fermo a guardare Windows Phone con un misero 3.4% del totale.

Non è un mistero che il mercato di dispositivi che montano Android è saturo, Samsung fa da padrone, LG e Motorola si contendono i posti migliori e resta poco per chi segue ed un trend perennemente in calo dovrebbe suggerire una virata rapida e brusca per evitare il fallimento.

Dal canto di Microsoft, inserirsi in un segmento di mercato dove Android era già una potenza da un paio d'anni e iOS un trend mai in calo, è stata una mossa azzardatissima e, purtroppo, ne sta pagando le conseguenze, sebbene il software proposto sia di qualità.
Microsoft ha già fatto la sua mossa, ha acquisito Nokia e adesso produce da sé i propri Lumia, ha abbandonato Android definitamente e ha fatto fuori 19.000 dipendendi ex Nokia e, nonostante ciò, non ha funzionato.
Qualcosa che non va c'è, Nokia è stato un brand apprezzato dalla stragrande maggioranza degli utenti, ma adesso qualcosa è cambiato, schierarsi contro Android non è stata una mossa vincente ed il prezzo è stato scontato.

Questi presupposti non spianano la strada al mio discorso, ma ci provo ugualmente:
considerando che, nel momento in cui Microsoft ha acquisito Nokia, quest'ultima non era più il leone da guerra mobile che ha spopolato nei tardi anni '90 e nei primi anni '00, bensì un vecchio animale semi abbattuto, perché allora non considerare un sodalizio sempiterno con HTC?
Forte dei rumors che circolano che vogliono che il nuovo device di HTC, il W8, monti, per l'appunto Windows Phone, l'ho sparata grossa, ma facile.
HTC ha bisogno di aria nuova, ha bisogno di innovazione e freschezza; l'hardware è sempre stato di tutto rispetto, la Sense è ottima, ma non convince quanto la TouchWiz o l'interfaccia pura di AOSP, allora rivoluzioniamo tutto e passiamo ai piastrelloni colorati di Microsoft e buttiamoci in un segmento medio-basso (magari anche e soprattutto in paesi meno fortunati), con un occhio ai top gamma per il mercato globale. 
Via Android che predilige i soliti quattro nomi (Asus, LG, Samsung e Motorola), ben arrivati tablet da 10 pollici con Windows 8.1 e phablet da urlo con i piastrelloni blu.

Certo, magari abbandonando il nastro adesivo e tornando alle care vecchie viti.


Sì, ce la sto menando un po' troppo con questa storia, ma da un top di gamma pagato fior fiori di quattrini, questo non lo accetto e non lo accetterò mai al mondo. Ho capito essere in crisi e risparmiare, ma... ma questo è davvero troppo.

Beh dai, termino qui il mio sproloquio, che a sostanza non era messo bene, anche perché ho ben poco su cui basarmi, però volevo esternalizzare questi pensieri che da un paio di giorni mi girovagavano per la mente.

Spero di non avervi annoiato e di non aver sparato troppe ca**ate.

Saluti!