mercoledì 30 aprile 2014

Never settle, smash more phones you can


Avete già spaccato il vostro telefono? Sì? Va bene, andate a comprarvi un sacco da box perché vi uscirà il sangue dalle orecchie per questa notizia.

Alla fine la campagna "Smash the past" ha sortito gli effetti desiderati, tanto che più di 100.000 persone hanno spaccato il loro smartphone (top di gamma, aggiungiamo) ed hanno inviato il video a OnePlus, il tutto per avere il loro delizioso ed appetibile One.
Qual è la notizia che vi farà sanguinare le orecchie? Che OnePlus ha deciso di cavalcare l'hype e di anticipare l'uscita al pubblico del telefono per questo maggio per la variante da 16GB e a giugno per la variante da 64GB.
Ebbene sì, chi ha deciso di spaccare il telefono dovrà correre il rischio di non vincere il contest, perdere i 500~900 euro di telefono distrutto (ricordiamo che l'iPhone 5s da 64GB costa quasi un migliaio di euro) per ritrovarsi a comprare in OnePlus One, nel caso lo voglia disperatamente. Dubito che rivolgerà a loro la stessa simpatia dopo questa simpatica iniziativa, considerando che avrebbe potuto tenersi il proprio top di gamma, rivenderselo e comprare 2 OnePlus One.

Alla fine è sorta questa mezza polemica sull'iniziativa, sul quale comunque non è opportuno metter becco visto che soldi tuoi, fatti tuoi, ma considerando quanto silicio viene usato e considerando che fra non molto ci sarà la crisi di silicio, sarebbe stato opportuno fermare questo massacro. Opinabile o meno, l'iniziativa ha colto nel segno visto che tutti, compreso sto blog da quattro visitatori quale è il mio, ha deciso di parlare di questo device. 

Vogliamo anche ricordare che OnePlus non ha speso un centesimo per le propagande pubblicitarie? Esatto, avete letto bene, hanno fatto tutto sui social. Se adesso tu che stai leggendo di me (e mille altri) che scrivo su OnePlus One è perché la notizia è circolata per le migliaia di community di Google Plus, per le pagine di Facebook e via dicendo, per arrivare così al consumatore finale. Geniale, semplicemente geniale. Una spending review attuata in maniera efficacissima. E sapete un'altra cosa? Perché stanno procedendo su invito per l'acquisto? Beh sì, per rendere esclusiva la cosa, nessuno lo mette in dubbio, ma anche per abbattere le spese di logistica di produzione e di magazzino. Interfacciandosi col mercato con una logica di tipo pull (ossia tirare a sé le informazioni dal mercato e regolarsi di conseguenza) e con una logica di produzione jit (just in time), riescono ad abbattere i tremendi costi di magazzino e di evitare giacenze invendute. Niente, complimenti davvero OnePlus.

E voi cosa ne pensate di questo modo di agire di OnePlus? Io personalmente vedo l'azienda come più "umana" rispetto alle big del settore (embè grazie) ed è anche per questo che guadagna questo appeal.