mercoledì 30 aprile 2014

Encryption unsuccessful ossia come farmi perdere la pazienza.


Essendo un appassionato di Android ho, come tanti, la mania del flash, che sfogo solitamente sul Nexus 7, giusto per non rovinare la batteria di quello che dovrebbe essere il mio daily driver, ossia il device principale, il mio smartphone.

Certo è che però non lascio il mio Moto G (il mio attuale daily driver) così, con la sua ROM stock sfigatina e senza neanche i permessi da sudoer, per cui, appena arrivato, mi son informato e ho dato adito ai flash. Ma, sì, c'è un ma, di solito mi impegno affinché non ci sia, ma stavolta m'ha fregato lui: dannazione, non riuscivo a flashare nulla, bootloop perenne. Ho provato anche a compilarmi da me una ROM e a flasharla tramite fastboot, ma non ne voleva sapere, all'avvio mi dava questa strana dicitura che effettivamente non ho mai visto nella mia carriera da modder: encryption unsuccessful.
Va beh, Google è mio amico e andiamoci a prendere una birra con l'amico Google. Solo che la passeggiatina con l'amico è diventata una maratona, tra forum, blog e siti e nessuno che riusciva a darmi una risposta univoca. Alla fine altro che birra, ero sbronzo di roba, quasi tutta inutile. 

Ubriaco di risposte inutili ed arreso al mio destino, attraverso il Moto tool AIO (vergogna a me, lo so, ho usato un AIO), flasho la Google Play Edition (le stock mi stanno strette per davvero) e me la tengo per 2 mesi buoni. Fino ad oggi.

Oggi, dopo un po' che non consultavo i forum di XDA sul Moto G (eh ero impegnato a sentirmi mentre dicevo "salve a tutti, qui è Kla-" brrr basta), do un'altra rapida occhiata e scorgo un utente che, con un metodo un po' rozzo, è riuscito a bootare nella sua CM11. E chi sono io per non riuscirci? (un fesso con un telefono brickato...ma no scherzo!)

Insomma, la procedura è tanto semplice, quanto imbarazzante.
Da recovery (TWRP per forza, la CWM non va):
- wipe → advanced → wipe data, cache, dalvik e system
- wipe → advanced → wipe data (digitura erronea, non formatta solo /data, pialla tutto, quindi occhio a salvare quello che vi serve)
- advanced → adb sideload
Poi, col telefono connesso al computer, dal pc, più precisamente dalla cartella dove c'è lo zip con la ROM da flashare:
- adb sideload nomedello.zip

La recovery flasha tutto, riavviate et voilà! Niente encryption unsuccessful e finalmente, dopo mesi di GPE (che comunque è ottima), ecco la Paranoid Android 4.3 (4.3 è la versione incrementale della ROM, è comunque una 4.4.2) perfettamente funzionante e stabile.
Sapete cosa significa? Un'era di flash davanti a questo povero Moto G!

Ah per la cronaca, Peek ed Hover sono spettacolari, l'avevo detto io che la Paranoid avrebbe fatto il botto e siamo ancora alla beta!