lunedì 24 novembre 2014

Funding ideas #00: The Beginning


Ho questa idea che mi frulla per la testa da un po' ed oggi è finalmente il primo capitolo del progetto che ho partorito. Quindi, benvenuti su "Funding ideas"! Già, il nome fa schifo, scusate, non è che abbia tutta sta fantasia.

Dai, lo sapete che dovete pipparvi la solita minestra di introduzione all'idea, quindi mettetevi comodi e sopportatemi per qualche riga prima di balzare al corpo del testo:
L'idea di base è il crowdfunding, ossia il finanziamento di un'idea sulla quale viene basato un progetto, ma mancando i finanziamenti, l'ente che idea il progetto chiede finanziamenti ai passanti del sito in questione. Se tale progetto è abbastanza accattivante, l'idea "rischia" di diventare virale e il progetto si tramuta in una start-up per poi evolvere in un'azienda vera e propria.
In parole spicciole: ti piace un'idea? Finanziala! E con te migliaia o addirittura milioni di persone possono finanziarla per far sì che essa si trasformi in realtà.

Diversi progetti sono diventati start-up grazie al crowdfunding, ne menziono alcune:
- OUYA, la famosa console da gaming basata su Android, qui il sito
- FABtotum, una stampante 3D open source, progetto italiano del quale trovate qui il sito
- Pebble, lo smartwatch per Android e iOS, qui la home del sito

E poi ricordiamo il (mancato) progetto di Ubuntu Edge, lo smartphone made in Canonical, che ha sfondato ogni record arrivando a racimolare circa 12 milioni di dollari a fronte dei 32 milioni richiesti per produrre il telefono. Ma abbiamo anche il recente Jolla tablet, il tablet con a bord Sailfish OS, anch'esso nato da un crowfunding e così via.





Sono essenzialmente due gli attori in questo scenario di crowdfunding e sono Indiegogo e Kickstarter. Queste due piattaforme offrono a chiunque la possibilità di hostare i loro progetti, ma c'è una notevole differenza tra questi due hoster: difatti mentre Kickstarter pretende un progetto serio e fattibile dietro alla richiesta di denaro, Indiegogo permette agli utenti di raccogliere fondi pubblici anche per scopi personali, quali vacanze, viaggi, regali o semplice accattonaggio donazione.

Ok, tagliamo corto e diciamo sin da subito che la mia idea era quella di prendere un progetto da una delle due piattaforme e presentarla a voi, offrendo una mia impressione ed opinione. Ovviamente tratterò solo ed esclusivamente prodotti tecnologici o comunque affini col tema del mio blog, non vi aspettate gattini pucciosi ricamati a mano...oppure sì?


Wow ma quanto sei egocentrico per pensare che ci possa interessare una tua opinione!

Lo so, ma pensavo che fosse una bella iniziativa per dare spazio sul mio umile blog a quelle idee meritevoli di finanziamento!

Non mi dilungo ancora perché tanto ormai il progetto ve l'ho annunciato. Sappiate che ho già un candidato sul quale sto scrivendo e se vi importa qualcosa, domani ve lo presento.


Spero che l'idea vi sia piaciuta e se avete commenti, sentitevi liberi di esprimerli qui sotto nei commenti.
Ah, parentesi sui commenti: in diversi mi fate delle domande e alla maggior parte rispondo con piacere, ma capita un paio di volte che, nonostante il commento sia pubblico, non lo è invece la possibilità di risposta e quindi la domanda resta lì senza la mia risposta perché la privacy del post è settata male. 
Ora, siccome non voglio passare per quello che se la tira vi prego per voi stessi di sistemare le impostazioni di privacy dei commenti, almeno non faccio la figura del fighetto che se la tira!

Ok, mi sono dilungato come al mio solito e vi chiedo scusa, vi rimando al prossimo appuntamento ed al primo episodio del mio nuovo progetto Funding ideas*!

*Attenzione: progetto messo in atto senza crowdfunding. Noi di Kickstarter ci rifiutiamo di pubblicare progetti così scadenti. Passo e chiudo.